GreenEsco Energia https://www.greenescoenergia.it Energia accessibile, economica e sostenibile Wed, 18 Dec 2019 14:05:38 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 https://www.greenescoenergia.it/wp-content/uploads/2019/11/cropped-faviconnew-32x32.jpg GreenEsco Energia https://www.greenescoenergia.it 32 32 Natale sostenibile: perché dovresti farlo anche tu e come farlo bene https://www.greenescoenergia.it/natale-sostenibile-come-farlo-bene/ Wed, 18 Dec 2019 14:05:38 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2696 Ci siamo, rieccoci qui di nuovo a Natale. Almeno per questo 2019, che sia un Natale sostenibile! Cambiamo ora le nostre abitudini: sai che è il periodo dell’anno in cui produciamo oltre il 30% dei rifiuti? Bastano poche idee creative per proteggere il nostro pianeta e mantenere intatto lo spirito del Natale. Facciamo attenzione soprattutto...

L'articolo Natale sostenibile: perché dovresti farlo anche tu e come farlo bene proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Ci siamo, rieccoci qui di nuovo a Natale. Almeno per questo 2019, che sia un Natale sostenibile! Cambiamo ora le nostre abitudini: sai che è il periodo dell’anno in cui produciamo oltre il 30% dei rifiuti?

Bastano poche idee creative per proteggere il nostro pianeta e mantenere intatto lo spirito del Natale. Facciamo attenzione soprattutto a regali, shopping, pranzi e cene, addobbi, pulizie. Ecco a te qualche consiglio utile per diventare più coscienziosi e responsabili.

Natale sostenibile? Sì, con lo shopping in compagnia!

Prova a pensare a quanti chilometri fai quando devi fare i regali di Natale. Ecco, sono tantissimi. E allora via di car sharing. Pianifica il tuo shopping con i tuoi migliori amici e spostatevi in auto. Ancora meglio: spostiamoci in bici insieme alle nostre borse di tela. E ricordiamoci di scegliere dei regali utili – a chi li riceve, certo, ma soprattutto nei negozi giusti attenti all’ambiente. Noi diciamo di sì a borse di juta, regali incartati in lana, cotone e materiali riciclati.

Natale sostenibile, l’albero si fa creativo

A che serve comprare tantissimi tipi di palline e decorazioni quando basta un po’ di creatività e tocco personale? Sbizzarrisciti con legno, carta, pasta di sale colorata è la soluzione! Noi proponiamo anche di aggiungere qualcosa di commestibile: biscotti, frutta secca e magari, perché no?, un casoncello! I bambini saranno felicissimi di partecipare.

Se vuoi davvero scegliere una decorazione natalizia più convenzionale, scegli il vetro così le potrai utilizzare gli anni seguenti.

Il pranzo di Natale senza sprechi

Sai com’è il pranzo di Natale sostenibile? Dice di no a piatti e stoviglie in plastica usa e getta. Se quelli del servizio non bastano perché hai invitato tanti ospiti, allora opta per bicchieri e forchette in bioplastica, carta o bambù che è semplicissimo buttare con gli scarti alimentari oppure che puoi compostare.

Preferisci prodotti stagionali, locali o a chilometro zero, invece che sorprendere i tuoi amici con frutta esotica come ananas, datteri o papaya che provocano deforestazione e hanno spese di trasporto molto alte.

E ora è tempo di festeggiare. Ti auguriamo uno splendido Natale…sostenibile, mi raccomando!

L'articolo Natale sostenibile: perché dovresti farlo anche tu e come farlo bene proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Classifica smart city, Bergamo al quarto posto https://www.greenescoenergia.it/classifica-smart-city-bergamo/ Fri, 06 Dec 2019 10:08:16 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2692 Conosci la classifica smart city? Ogni anno viene decretato la città più smart d’Italia. Per il sesto anno consecutivo Milano si conferma la vincitrice. Ma Bergamo non sta a guardare e scala di anno in anno la classifica. Classifica Smart City – cosa è e quali sono le aree di studio La ricerca ICity Rank...

L'articolo Classifica smart city, Bergamo al quarto posto proviene da GreenEsco Energia.

]]>

Conosci la classifica smart city? Ogni anno viene decretato la città più smart d’Italia. Per il sesto anno consecutivo Milano si conferma la vincitrice. Ma Bergamo non sta a guardare e scala di anno in anno la classifica.

Classifica Smart City – cosa è e quali sono le aree di studio

La ricerca ICity Rank è il rapporto annuale che mostra la situazione delle città italiane nella loro trasformazione in realtà intelligenti e sostenibili. Smart è un po’ quella parola magica che racchiude l’attenzione ai bisogni dei cittadini, l’essere inclusivi e vivibili con innovazioni e sostenendo uno sviluppo che mostra una forte voglia di adattarsi ai cambiamenti in atto.

ICity Rank ricerca passa al vaglio sei dimensioni urbane interessate da processi di innovazione:

  • solidità economica
  • mobilità sostenibile
  • tutela ambientale
  • qualità sociale
  • capacità di governo
  • trasformazione digitale

Il risultato è una classifica di 107 comuni capoluogo in base a 21 indicatori consistenza economica, creazione di opportunità di lavoro, innovazione del sistema imprenditoriale e produttivo rilevanti in termini di risultati attuali e di prospettive future.

Classifica Smart City: Milano alla guida ma Bergamo è lì dietro

Milano guida la classifica smart city, certo, ma Bergamo si fa valere con una progressione invidiabile negli ultimi anni:

  • 2016: Bergamo 14esima
  • 2017, si guadagna il sesto posto
  • 2018, si posiziona al quinto
  • 2019: si arriva quasi al podio con un incredibile quarto posto

Tra i parametri che hanno inciso sul quarto posto, sicuramente la mobilità sostenibile, una caratteristica che già nel 2015 andava fortissimo a causa dell’ampia incidenza delle ZTL. Bergamo è stata lodata anche per l’ottimo punteggio ottenuto nell’area di trasformazione digitale. Su questo punto ICity Rank commenta che le città più smart sono anche le prime 3 della graduatoria della trasformazione digitale, a dimostrazione di come la nuove tecnologie siano cruciali nel dare una spinta importante all’evoluzione della città.

Porta Bergamo ancora più in alto! Con Green Energy puoi mettere in bolletta una e-bike e prendi parte alla rivoluzione della mobilità sostenibile. Scrivi a info@greenescoenergia.it: ti aspettiamo anche ai nostri sportelli di Treviolo, Bonate Sotto e Merate.

L'articolo Classifica smart city, Bergamo al quarto posto proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Bicicletta elettrica in inverno: consigli di pulizia, cura e manutenzione https://www.greenescoenergia.it/bicicletta-elettrica-inverno-pulizia-cura-consigli/ Tue, 26 Nov 2019 15:01:39 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2670 Tu di che scuola sei: in inverno la bicicletta elettrica la lasci fuori, pronto a pedalare non appena c’è il sole, oppure la riponi al sicuro del garage? Che tu abbia una e-bike o una bicicletta tradizionale, la parola è una sola ed è cura. Oggi vedremo come prenderti cura della tua e-bike, soprattutto durante...

L'articolo Bicicletta elettrica in inverno: consigli di pulizia, cura e manutenzione proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Tu di che scuola sei: in inverno la bicicletta elettrica la lasci fuori, pronto a pedalare non appena c’è il sole, oppure la riponi al sicuro del garage? Che tu abbia una e-bike o una bicicletta tradizionale, la parola è una sola ed è cura. Oggi vedremo come prenderti cura della tua e-bike, soprattutto durante la stagione invernale.

Pedaliam…ops, partiamo.

La cura della e-bike parte dalla batteria

Una batteria trascurata può far passare la voglia di andare in bici. Tieni sempre bene a mente che la durata media di vita di una batteria di una biciclette elettrica varia tra i 500 e 1000 cicli completi di ricarica – un’indicazione da prendere con le pinze perché raramente farai una ricarica completa della batteria.

Possiamo dirti con sicurezza che una batteria agli ioni di litio, la tipologia più diffusa al momento per le e-bike, perde con il tempo la capacità di ricarica, con un calo del 5-10% all’anno. Il nostro consiglio è di avere cura dell’accumulatore, senza incappare nella possibilità di una scarica completa dopo un lungo inutilizzo.

Bicicletta elettrica e batteria, fai così e vai sul sicuro

Questo inverno segui i nostri consigli:

  • impara a ricaricare la batteria costantemente dopo ogni uso della bici
  • cerca di evitare delle scariche che incidano troppo sulla salute della batteria
  • non hai usato l’e-bike da un po’ di tempo? Ricaricala ogni due mesi!
  • tieni a mente che con le basse temperature e i tassi di umidità, la tua batteria soffre: smonta l’accumulatore, non lasciarlo all’esterno e riponilo in un posto asciutto tra i 10 e i 20°
  • se senti che la batteria è fredda, cerca di scaldarla o mantieni a temperatura ambiente

E-bike: qual è la manutenzione di massima dopo l’inverno?

Ok, hai lasciato la tua e-bike in garage e ha preso polvere. Cosa fare ora per pulirla? Noi sconsigliamo l’idropulitrice che potrebbe far entrare l’acqua nei cuscinetti, vai pure alla vecchia con secchio, acqua, spugna e spazzola, ricordando prima di smontare batteria e display. Se lo sporco morde forte, usa un detergente non aggressivo per biciclette, poi sciacqua e asciuga e passa un panno oleoso. Ricorda: non far entrare in contatto olio e dischi e pastiglie dei freni!

Bicicletta elettrica: a qualcuno piace con l’olio

Come in un modello tradizionale, tieni presente che la tua e-bike ringrazierà se le dai un tocco finale di lubrificante (consigliamo della tipologia al silicone) sulle maglie della catena inferiore, sui giunti del deragliatore, sul cambio, sui cuscinetti dei pedali e sull’ammortizzazione della sella. Ultima cosa prima di partire per il tuo personale tour: non dimenticare di controllare lo spessore delle guarnizioni e l’impianto di illuminazione.

Ti abbiamo incuriosito? Ora puoi fare tre cose:

  1. Hai sempre desiderato una e-bike? Basta sognare, guarda le nostre offerte e scopri com’è facile metterne una in bolletta. A proposito: tu sei più da bici urbana o da mountain bike?
  2. Continua la lettura. Qui, ad esempio, ti raccontiamo tutti i vantaggi di una e-bike
  3. E qui ti presentiamo dei dati sulla crescita delle e-bike in Italia.

Contattaci alla mail info@greenescoenergia.it o rivolgiti ai nostri sportelli a Treviolo, Martinengo, Bonate Sotto e Merate.

L'articolo Bicicletta elettrica in inverno: consigli di pulizia, cura e manutenzione proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Colonnine di ricarica e auto elettriche in Italia, come siamo messi nel 2019 https://www.greenescoenergia.it/auto-elettriche-colonnine-ricarica-italia/ Wed, 20 Nov 2019 14:10:09 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2650 A che punto siamo con le auto elettriche e le colonnine di ricarica? Ma prima una piccola anticipazione prima di vedere in profondità tutti i dati. Si sottolinea una forte crescita data, evidentemente, dalla sensibilità sul tema dell’inquinamento e del cambiamento climatico ma anche dai vantaggi economico (di investimento e di ecobonus) di passare a...

L'articolo Colonnine di ricarica e auto elettriche in Italia, come siamo messi nel 2019 proviene da GreenEsco Energia.

]]>
A che punto siamo con le auto elettriche e le colonnine di ricarica? Ma prima una piccola anticipazione prima di vedere in profondità tutti i dati. Si sottolinea una forte crescita data, evidentemente, dalla sensibilità sul tema dell’inquinamento e del cambiamento climatico ma anche dai vantaggi economico (di investimento e di ecobonus) di passare a un mezzo elettrico.

Auto elettriche in Italia: quante e dove?

Se analizziamo le sole auto elettriche al 100%, i numeri sono indubbiamente in crescita: dalle centinaia di vetture immatricolate una decina di anni fa, quando l’offerta del parco elettrico era davvero circoscritta, a oltre 5000 nel 2018. I dati UNRAE hanno calcolato che le sole elettriche attualmente circolanti in Italia sono 16.700. Giusto per fornire una comparazione: le ibride, full” o plug-in si contano intorno alle 320mila.

Da un punto di vista di densità, possiamo individuare alcune regioni che hanno ricevuto un notevole sostegno alla mobilità elettrica come il Trentino Alto Adige con le sole province di Trento e Bolzano con oltre 2.400 vetture – che ha anche il maggior numero di colonnine di ricarica.

Auto elettriche: quali pregiudizi?

Quali sono i fattori che fanno essere prudenti gli automobilisti italiani nei confronti della mobilità elettrica?

  • per il 60,5% è la difficoltà nel ricaricare il veicolo
  • il 57,7% suggerisce di aver paura di non trovare una colonnina di ricarica
  • un 26% sente la mancanza di un servizio garantito 24 ore su 24 ore come le pompe di benzina
  • e poi abbiamo un 4,7% che esprime riserve sulle app di localizzazione delle ricariche e difficoltà sui metodi di pagamenti

Colonnine di ricarica, quante e dove sono

Il mercato delle auto elettriche cresce e così anche la rete delle colonnine di ricarica – soprattutto dove le amministrazioni locali hanno investito maggiormente. E quindi: Lombardia in testa, seguita dalla Toscana e dal Trentino Alto Adige. La situazione è in divenire ma c’è un segnale confortante. L’Italia è il paese in Europa col più alto rapporto tra ricariche ed vetture elettriche in circolazione: sono circa 10mila le auto elettriche e 10mila le colonnine.

Se analizziamo la tipologia di colonnine di ricarica, appare molto chiaro il ritardo del nostro paese nella dotazione di impianti “fast”. Sono colonnine che riescono a ricaricare un’auto media in meno di un’ora e che permettono lunghe percorrenze su una vettura elettrica con soste brevi ogni 200-250 chilometri. Attualmente se ne contano uno ogni 18.478 abitanti. Tuttavia nel solo 2018 le installazioni di queste colonnine fast erano aumentate del 52%, e la stima per il 2019 parla di cifre triplicate.

L’Italia si prepara così ad affrontare il 2020 con l’obiettivo di allinearsi alle medie europee.

L'articolo Colonnine di ricarica e auto elettriche in Italia, come siamo messi nel 2019 proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Legge di Bilancio. Più liberi e mobili, ecco le proposte di Legambiente https://www.greenescoenergia.it/legge-di-bilancio-proposte-legambiente-mobilita/ Fri, 18 Oct 2019 08:09:29 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2628 La Legge di Bilancio è un momento cruciale per il nostro paese. Non solo è la manovra economica da cui dipendono i conti pubblici per il 2020 e detterà gli obiettivi finanziari da raggiungere nei prossimi tre anni, ma sarà anche decisiva per accelerare il cambiamento nella mobilità e per affrontare questioni legate a una...

L'articolo Legge di Bilancio. Più liberi e mobili, ecco le proposte di Legambiente proviene da GreenEsco Energia.

]]>
La Legge di Bilancio è un momento cruciale per il nostro paese.

Non solo è la manovra economica da cui dipendono i conti pubblici per il 2020 e detterà gli obiettivi finanziari da raggiungere nei prossimi tre anni, ma sarà anche decisiva per accelerare il cambiamento nella mobilità e per affrontare questioni legate a una tematica sensibile, il cambiamento climatico.

La proposta di Legambiente per la Legge di Bilancio / I punti per la mobilità per privati riassunti

Legambiente è scesa in campo e ha preso una posizione precisa, presentando le sue proposte di mobilità e trasporto in vista dell’imminente legge di Bilancio.

Tra i punti cruciali delle proposte:

  • il rilancio del trasporto pubblico
  • l’accesso ai servizi e ai mezzi della mobilità
  • la mobilità elettrica doverosamente più competitiva
  • il superamento delle barriere per la circolazione della micro-mobilità a emissioni zero.

Rottamazione

Bonus di 2000 euro da usare in trasporto pubblico, servizi sharing mobility, taxi e acquisto veicoli leggeri per chi rottama la vecchia auto.

Welfare mobilità

Sostegno alla mobilità pendolare da aziende e enti pubblici per dipendenti e famigliari

Sharing mobility

IVA al 10% per la sharing mobility con possibilità di deducibilità totale di acquisto e noleggio lungo termine per condivisione di veicoli aziendali

Bonus elettrico

incentivo per un massimo di 3000 euro per l’acquisto di mezzi elettrici leggeri (e-bike e simili) e di 4000 euro per un auto elettrica.

La proposta di Legambiente per la Legge di Bilancio / I punti per la mobilità in ambito pubblico

Alcuni punti della proposta di Legambiente riguardano in special modo il trasporto pubblico. Legambiente ha discusso i seguenti topic e suggerito ai referenti dei diversi partiti politici affinché la Legge di Bilancio comprenda iniziative virtuose per bus elettrici.

Iva mezzi elettrici e rigenerazione bus

IVA al 10% per l’acquisti di mezzi elettrici per trasporto pubblico, condiviso e noleggi + rigenerazione di autobus e mezzi speciali elettrici.

Costo elettricità per la mobilità

Nessuna accisa per energia elettrica per ricarica veicoli in ambito pubblico e privato.

Smart city

Privilegiare i piani con obiettivi sfidanti, basse emissioni, elettrificazione del trasporto, quartieri “car free” e ridisegno dello spazio pubblico.

Stai ponderando di acquistare una e-bike? Mettila comodamente in bolletta! Vieni a trovarci ai nostri sportelli di Treviolo, Bonate Sotto e Merate o contattaci al numero 035 0277053. Per tutte le informazioni, puoi scrivere a info@greenescoenergia.it.

L'articolo Legge di Bilancio. Più liberi e mobili, ecco le proposte di Legambiente proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Tutti sugli sci: promozione Skipass Presolana Monte Pora https://www.greenescoenergia.it/promozione-ski-pass-monte-pora-news/ Thu, 17 Oct 2019 08:53:00 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2621 Green Energy pensa sempre a te e al tuo tempo libero. E a darti tutta l’energia di cui hai bisogno. Per questo abbiamo pensato a una promozione proprio per te: per te che ami sfrecciare sulle strade con la tua bici come sulle piste nevose quando inforchi gli sci. E quindi: Green Energy è sempre...

L'articolo Tutti sugli sci: promozione Skipass Presolana Monte Pora proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Green Energy pensa sempre a te e al tuo tempo libero. E a darti tutta l’energia di cui hai bisogno.

Per questo abbiamo pensato a una promozione proprio per te: per te che ami sfrecciare sulle strade con la tua bici come sulle piste nevose quando inforchi gli sci. E quindi: Green Energy è sempre con te, in tutte le stagioni. Anche per quella sciistica.

Per questo la nostra offerta autunnale permette a tutti coloro che vogliono passare a Green Energy di mettere lo Skipass stagionale per Presolana Monte Pora in bolletta.

I vantaggi dello Skipass

I vantaggi della promozione Skipass di Green Energy? Eccoli: 12 rate, zero anticipo, zero interessi. E ancora, la garanzia di un impianto storico portato nel cuore di tanti lombardi e che ospita comitive, gruppi famigliare e appassionati di sci più esperti. Il Monte Pora è sulla montagna a est della splendida (e mitica!) conca su cui si adagiano Dorga, Bratto e Castione, località immerse nel verde immacolato delle Prealpi orobiche. La Presolana non ha bisogno di presentazioni: la regina delle Orobie – anche grazie ai numerosi impianti di risalita e alle 19 piste su cui sarà possibile sciare grazie allo Skipass che metterai in bolletta.

Lo Skipass con Green Energy si fa in tre passi

  1. Scegli uno skipass per te o per la tua dolce metà. E, perché no, per la tua famiglia o per i tuoi cari.
  2. Consulta le tariffe di Presolana Monte Pora e scegli la soluzione che fa per te.
  3. Componi la tua offerta come desideri per un valore massimo di 1550 euro.

Le coordinate sono facili da trovare (e non si perderanno nella neve):

Vieni a trovarci ai nostri sportelli di Treviolo, Bonate Sotto e Merate o contattaci al numero 035 0277053. Per tutte le informazioni, puoi scrivere a info@greenescoenergia.it.

Divertirsi è più facile con Green Energy. Pronti per lo slalom?

Promozione valida fino al 31 dicembre 2019. In collaborazione con Presolana Monte Pora.

Valore massimo dell’offerta fino a euro 1550

L'articolo Tutti sugli sci: promozione Skipass Presolana Monte Pora proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Sali in sella: Green Energy è main sponsor di Presolana E-Bike https://www.greenescoenergia.it/presolana-e-bike/ Fri, 13 Sep 2019 07:47:33 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2604 Avete una passione smodata per le due ruote elettriche? Il 28 e 29 settembre venite in Presolana: si terrà la prima due giorni dedicata alla e-bike! Poteva Green Energy non partecipare? Ovviamente no! Siamo il main sponsor di questo evento, perché amiamo l’energia pulita e rinnovabile, e sosteniamo con piacere le iniziative che rendono l’ambiente...

L'articolo Sali in sella: Green Energy è main sponsor di Presolana E-Bike proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Avete una passione smodata per le due ruote elettriche? Il 28 e 29 settembre venite in Presolana: si terrà la prima due giorni dedicata alla e-bike!

Poteva Green Energy non partecipare? Ovviamente no! Siamo il main sponsor di questo evento, perché amiamo l’energia pulita e rinnovabile, e sosteniamo con piacere le iniziative che rendono l’ambiente meno inquinato. E perché per noi l’e-bike e il trasporto elettrico sono il trasporto del futuro. (a proposito, hai già dato un’occhiate alle nostre e-bike in promozione?)

Presolana E-bike: l’evento

Una vetrina sul mondo delle e-bike, per conoscere le ultime novità del settore se siete appassionati, oppure per provare a pedalare per la prima volta, se non lo avete mai fatto. Le bici elettriche sono un mezzo di trasporto ecologico, e permettono anche ai meno allenati di pedalare tra paesaggi montani di rara bellezza.

Il programma

Il programma è davvero intenso: si inizia sabato 28 settembre alle 9.30 con l’apertura del Villaggio e-bike nel centro storico di Dorga (Castione della Presolana), dove si trovano i molti stand degli espositori che hanno aderito all’iniziativa. Dalle 10 alle 14 potete partecipare ai tour guidati in e-bike o provare questo mezzo di trasporto, se non lo conoscete.

Domenica 29 settembre l’evento si sposta a Clusone, dove si tiene anche la Fiera Zootecnica, con spettacoli di intrattenimento, sfilate e cucina tipica.

Diverse le esperienze con le e-bike: dal Family Tour, lungo 5 km, all’Expert Tour, lungo 25 km. Guide competenti accompagneranno tutti i gruppi che parteciperanno ai tour, per garantire la massima sicurezza. Tutte le esperienze possono essere prenotabili qui.

Presolana e-bike: gara non competitiva

Ma il clou del Primo Raduno Presolana E-bike è domenica 29 settembre è la gara non competitiva: un percorso di 49 km per 1.300 metri di dislivello che parte dal centro di Clusone per toccare boschi, sentieri e arrivare ai piedi della Presolana.

Si può anche scegliere un percorso alternativo, di 30 km e 900 metri di dislivello, se si vuole provare la pedalata assistita ma non si è esperti. Lungo il percorso ovviamente ci saranno dei punti ristoro dotati di colonnine elettriche per caricare la propria e-bike. Puoi prenotarla qui.

Presolana E-Bike conclude un’estate che la ValSeriana ha dedicato alla promozione del cicloturismo, seguendo un progetto che effettui la mappatura dei punti di noleggio sul territorio e che crei una rete di attori sul territorio per favorire questo sport.

Green Energy è main sponsor e energy partner di Presolana E-Bike. Ti aspettiamo. Dai un’occhiata alle nostre promozioni sulle e-bike e sposa un nuovo modo di muoverti.

L'articolo Sali in sella: Green Energy è main sponsor di Presolana E-Bike proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Settembre = back to school! https://www.greenescoenergia.it/settembre-ritorno-scuola-green/ Tue, 10 Sep 2019 08:48:09 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2585 Il back to school è impegnativo, si sa, ma anche divertente. Per renderlo pure green, vi consigliamo qualche prodotto ecosostenibile da acquistare! Back to school: matite colorate I pastelli colorati sono fondamentali per i bambini delle scuole elementari e medie: scegliete quelli che sono fatti con legno che proviene da foreste certificate PEFC e FSC...

L'articolo Settembre = back to school! proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Il back to school è impegnativo, si sa, ma anche divertente.
Per renderlo pure green, vi consigliamo qualche prodotto ecosostenibile da acquistare!

Back to school: matite colorate

I pastelli colorati sono fondamentali per i bambini delle scuole elementari e medie: scegliete quelli che sono fatti con legno che proviene da foreste certificate PEFC e FSC (ovvero le foreste sono coltivate e non primarie, e le aziende si preoccupano di rimpiazzare gli alberi abbattuti, per esempio), oppure sono realizzati con un processo di produzione a basso impatto energetico.

Cancelleria varia

Oltre alle matite colorate, vi serviranno molti altri accessori di cancelleria. Ecco come procedere nella scelta:

  • colle: sì a quelle a base di amido vegetale e no a quelle a base di solventi tossici
  • pennarelli: sì ai modelli a base di acqua, alcool e di coloranti alimentari;
  • evidenziatori: sì a quelli a base di acqua, no a quelli che contengono aldeidi o fenoli clorati;
  • correttori: sì a quelli ad acqua, no a quelli con solventi;
  • gomme: sì al caucciù naturale, no a quelle con additivi chimici.

Quaderni e agende

La prima cosa che viene da pensare è: compriamo quaderni in carta riciclata! Eppure, non è così semplice: spesso le cartiere non riciclano in modo sostenibile, usando invece un processo molto inquinante legato a sbiancamento e disinchiostrazione con composti chimici. Quindi che fare? Controllare che la carta riciclata sia ecologica e abbia i marchi: FSC o PEFC.

Back to school: borracce e zaini

Basta bottigliette di plastica! La nuova parola d’ordine è acciaio! 
Le borracce in acciaio inox hanno anche il vantaggio di mantenere fresche o calde le bevande, oltre che poter essere riutilizzate infinite volte.
Per gli zaini, vi suggeriamo prima di tutto di mantenere quello che già avete e non buttarlo, creando un inutile rifiuto da smaltire! Se invece dovete acquistarlo per la prima volta, sceglietelo in fibre naturali e con zero inserti in plastica.

Se oltre al materiale scolastico, vuoi rendere più green la tua bolletta, passa a Green Energy! Ci trovi qui: https://www.greenescoenergia.it/contatti/

L'articolo Settembre = back to school! proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Energia eolica: una rinnovabile che punta sull’economia circolare https://www.greenescoenergia.it/energia-eolica-una-rinnovabile-che-punta-sulleconomia-circolare/ Wed, 07 Aug 2019 09:30:02 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2545 Energia eolica: una rinnovabile che punta sull’economia circolare. Nei primi 6 mesi del 2019, l’Europa ha installato 4,9 GW di nuova capacità eolica alla rete elettrica, cioè 400 MW in più rispetto al 2018. I dati provengono da WindEurope che ha pubblicato il rapporto semestrale e fornisce anche una classifica dei Paesi Europei per la...

L'articolo Energia eolica: una rinnovabile che punta sull’economia circolare proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Energia eolica: una rinnovabile che punta sull’economia circolare.
Nei primi 6 mesi del 2019, l’Europa ha installato 4,9 GW di nuova capacità eolica alla rete elettrica, cioè 400 MW in più rispetto al 2018.

I dati provengono da WindEurope che ha pubblicato il rapporto semestrale e fornisce anche una classifica dei Paesi Europei per la nuova capacità installata da gennaio a giugno 2019. Il Regno Unito è primo in classifica, con oltre 1 GW, con installazioni soprattutto in mare aperto e meno a terra.

Energia eolica: sviluppo in mare e a terra 

L’installazione di turbine a terra dovrebbe riprendere a crescere nel secondo semestre del 2019, soprattutto in Svezia, Norvegia e Spagna. Nei primi sei mesi dell’anno, in Europa sono stati investiti 8,8 miliardi per costruire futuri parchi eolici. Comporteranno l’installazione e connessione di 5,9 GW dei prossimi due o tre anni.

Quali sono i dati della produzione di energia eolica in Europa?

L’energia eolica europea nel 2018 ha prodotto il 14% dell’elettricità, grazie a 130.000 turbine, e per il 2019 dovrebbe superare il gas naturale. La Danimarca ha dato il maggior contributo, seguita da Irlanda, Portogallo, Germania e Spagna. L’Italia ha prodotto il 6%.

Quale futuro?

Il futuro però sarà diverso: nei prossimi cinque anni, ben 12.000 turbine saranno dismesse: il loro destino sarà di creare un sistema energetico sostenibile al 100%. Come? Le prime turbine eoliche, ormai vecchie, saranno riciclate: il punto è trovare la soluzione ottimale.

Come riciclare le pale dell’energia eolica? 

Il problema del riciclo delle turbine riguarda le pale, anche se rappresentano solo il 2 o 3% della massa di una turbina. Nei modelli più vecchi sono in fibra di vetro o carbonio, che le rendono più leggere ma più difficili da riciclare.

WindEurope, Cefic (European Chemical Industry Council) ed EUCIA (European Composites Industry Association) hanno allora deciso di creare una piattaforma intersettoriale per promuovere innovativi approcci al riciclaggio delle pale eoliche.

L’idea è creare una standard di settore, da trasferire anche su in altri settori, per migliorare la sostenibilità dei materiali compositi.

L'articolo Energia eolica: una rinnovabile che punta sull’economia circolare proviene da GreenEsco Energia.

]]>
Plastica: non solo ne siamo sommersi, ma la mangiamo https://www.greenescoenergia.it/plastica-non-solo-ne-siamo-sommersi-ma-la-mangiamo/ Wed, 31 Jul 2019 09:28:20 +0000 https://www.greenescoenergia.it/?p=2577 La produzione di plastica è un po’ sfuggita di mano: da quando questo materiale è presente praticamente in ogni ambito della nostra vita, ne usiamo così tanto che non riusciamo più a smaltirlo in modo efficace. Breve storia dell’inquinamento da plastica Dagli anni ‘60 ad oggi si sono prodotti 8,3 miliardi di tonnellate di plastica...

L'articolo Plastica: non solo ne siamo sommersi, ma la mangiamo proviene da GreenEsco Energia.

]]>
La produzione di plastica è un po’ sfuggita di mano: da quando questo materiale è presente praticamente in ogni ambito della nostra vita, ne usiamo così tanto che non riusciamo più a smaltirlo in modo efficace.

Breve storia dell’inquinamento da plastica

Dagli anni ‘60 ad oggi si sono prodotti 8,3 miliardi di tonnellate di plastica non biodegradabile ed è altamente probabile che, continuando a questo ritmo, entro il 2050 si giungerà a 34 miliardi di tonnellate.  Solo il 9% della produzione annuale di questo materiale è riciclato e il 12% bruciato nei termovalorizzatori; il restante 79% si disperde dell’ambiente. E metà dei rifiuti prodotti ogni anno viene buttato dopo un utilizzo che va da 20 minuti a un anno, quindi molto breve.

Qual è il livello attuale?

Annualmente, finiscono nei mari europei tra le 150 e le 500 mila tonnellate di macroplastiche e tra le 70 e le 130 mila tonnellate di microplastiche. Nel Mediterraneo, la plastica è il 95% dei rifiuti in mare aperto, sui fondali e sulle spiagge e provoca oltre il 90% dei danni agli animali marini. Ma non solo i pesci si cibano di plastica: secondo uno studio condotto dall’Università di Newcastle in Australia commissionato dal WWF, ogni essere umano ne ingerisce circa un quarto di kg all’anno, pari a una carta di credito.

Dove sono concentrate le microplastiche?

I maggiori alimenti che presentano tracce di microplastiche sono l’acqua del rubinetto e quella in bottiglia, la birra, il sale e i frutti di mare. Impedire che la plastica entri nei cibi poi consumati dagli esseri umani e dagli animali significa fermare i milioni di tonnellate di questo materiale che si rilasciano in natura. 

Situazione dello smaltimento in Italia

In Italia ci sono pochi impianti, e il prezzo del conferimento alle discariche e ai termovalorizzatori è aumentato, quindi per gli operatori è più semplice bruciare i rifiuti, dice Antonio Ciotti, presidente del Corepla, il consorzio che tratta gli imballaggi di plastica.

Provvedimenti per ridurre la produzione di plastica

Ma c’è una buona notizia. Le oltre 400 aziende internazionali che producono da sole il 20% di tutti gli imballaggi di plastica mondiali, hanno firmato un impegno per promuovere l’economia circolare, sulla base del programma delle Nazioni Unite per l’ambiente.

L’obiettivo è non produrre plastica dalle fonti fossili, eliminando gli sprechi e ottenendone di nuova tramite il riciclo o usare materiali biodegradabili. 

L'articolo Plastica: non solo ne siamo sommersi, ma la mangiamo proviene da GreenEsco Energia.

]]>